Panzanella alla maremmana


Ecco un antipasto che può essere preparato facilmente e che racchiude i sapori della Maremma, nota zona della Toscana in provincia di Grosseto.

La Panzanella riassume i concetti dell'Expo: il riutilizzo del cibo (pane raffermo), l'uso dei prodotti del territorio, cucina salutare.

Questo piatto sembra risalire al Rinascimento.  Viene infatti citato nell'ode alla cipolla del Branzino pittore fiorentino assiduo frequentatore della corte dei Medici nel 1500.

Nelle zone dell’entroterra è nota come Panzanella, mentre lungo la zona costiera in Versilia, da Viareggio ai Bagni di Lucca, è chiamata “Pammolle” e viene consumata preferibilmente in estate, per la freschezza degli ingredienti.

Panzanella alla maremmana

svegliaTempo di realizzazione: 20'

icona-piccolaDifficoltà *

Ingredienti per 4 persone

8 fette di pane toscano raffermo affettato
3 pomodori
Basilico
Sedano
Olive nere
Tartufo
Olio d'oliva
Aceto di vino
Sale
Pepe

Preparazione

Ammorbidite le fette di pane con acqua fredda, schiacciatelo per far uscire l'acqua in esubero e sbriciolatelo in una insalatiera. lavate i pomodori ben maturi, fateli a piccoli pezzi e uniteli al pane. Aggiungete il basilico, le olive nere, regolate di  olio, aceto, sale e pepe. Mescolate bene il tutto. Terminate la preparazione aggiungendo piccole scaglie di tartufo. Mettete la panzanella in frigorifero per un'ora o due, prima di servirla in tavola.

icona abbinamento vino

Quale vino?

a cura di Carla Panicucci (produttrice di vino)

agriturismopoggiomontali.blogspot.it

Vino Capalbio Bianco

Questo vino DOC viene prodotto nell'area di Grosseto.  Ha un colore giallo paglierino, un profumo delicato, fruttato, fresco, un sapore asciutto. Si abbina bene a piatti tipici toscani come la panzanella alla maremmana.