Saccottini alle patate


Vogliamo proporvi una ricetta di cucina che può essere preparata come antipasto o una pietanza che accompagnata da un piatto di verdure può rappresentare una variante alla classica cena.

Potete preparare questa ricetta anche se avete a tavola delle persone che mangiano vegano.

Saccottini alle patate

svegliaTempo di realizzazione: 55′

icona-piccolaDifficoltà **

icona vegano Ricetta adatta anche per vegani

Ricetta di cucina

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

250 gr di farina di avena
120 gr di acqua frizzante
Olio extravergine di oliva
Salvia
Sale

Per il condimento
2 patate
1 cipolla
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Preparazione

Iniziamo a preparare questi gustosi saccottini. In una ciotola versate la farina, l’acqua e mescolate, aggiungete quindi un poco di olio extravergine, alcune foglie di salvia tritate finemente, regolate di sale. Amalgamate bene il tutto e lasciate riposare per circa 20 minuti.

Intanto pelate le patate, tagliatele a julienne. Tritate finemente la cipolla e fatela appena rosolare su una padella con dell’olio di oliva. Aggiungete le patate e a fuoco moderato fatele cuocere, regolando di sale e pepe.

A cottura ultimata, lasciatele leggermente raffreddare. Intanto prendete l’impasto preparato. Prendete un cucchiaio e formate su una tavola di legno, cosparsa appena di farina delle piccole pagnottine. Andate ad aprire ciascuna di essere, aiutandovi con un mattarello. Mettete il composto di patate all’interno di ogni disco ottenuto, richiudetelo e mettetelo in una pirofila con della carta da forno.

Mettete in forno preriscaldato a 180° e fate cuocere per circa 15′.

icona abbinamento vino

Quale vino?

a cura di Carla Panicucci (produttrice di vino)

agriturismopoggiomontali.blogspot.it

Bianco Vergine della Valdichiana

Questo vino DOC viene prodotto in una piccola zona in provincia di Arezzo, al confine con l’Umbria ed il lago Trasimeno con vitigno Trebbiano Toscano, Malvasia del Chianti, Grechetto e Chardonnay.  Di colore paglierino, ha un delicato retrogusto di mandorla amara, asciutto, fresco.